mercoledì 17 ottobre 2012

M° GIAMPIETRO SAVEGNAGO una storia, una vita.




IL SEMINARIO SI SVOLGERA' PRESSO LA FONDAZIONE PIRANI CREMONA IN VIA MUSEO N°23  IN CENTRO A BASSANO DEL GRAPPA


QUANTI FOSSERO INTENZIONATI A PARTECIPARE ALLA GIORNATA SI PREGA DI COMUNICARLO QUANTO PRIMA, COSI' DA POTERVI OFFRIRE LA MIGLIORE ACCOGLIENZA.

MATTINO: 10:00 - 12:00

POMERIGGIO: 15:00 - 18:00

PORTARE JO E BOKKEN

Info: 338-1730555

sabato 1 settembre 2012

ANNO DI PRATICA 2012/13


DOMENICA 23 SETTEMBRE SAREMO PRESENTI  ALLA MANIFESTAZIONE " SPORT  IN PIAZZA " A BASSANO DEL GRAPPA IN COLLABORAZIONE CON " LA CITTA' DELLA SPERANZA ".
UNA GIORNATA DI FESTA PER I RAGAZZI PER  UN MOMENTO DI RIFLESSIONE E DI AIUTO CONCRETO ANCHE FATTO DI PICCOLI GESTI MA CHE UNITI E CONDIVISI DA MOLTI CONTRIBUISCONO ALLA SPERANZA DI DONARE UN SORRISO E UN FUTURO A BAMBINI MENO FORTUNATI DI NOI.

VI ASPETTIAMO!

domenica 19 agosto 2012

DOJO A PORTE APERTE


IL DOJO KI AIKIDO BUSHIDO BASSANO DEL GRAPPA PER LA STAGIONE DI PRATICA 2012/13 METTE A DISPOSIZIONE DI QUALSIASI PRATICANTE  IL " DOJO PASS " .


IL -DOJO PASS- E' UNA TESSERA CHE PERMETTE A QUALSIASI PRATICANTE DI PARTECIPARE ALLE LEZIONI SETTIMANALI DEL DOJO E PUO' USUFRUIRE DI QUESTA INIZIATIVA IN QUALSIASI MOMENTO LO DESIDERI.


IL -DOJO PASS- VERRA' CONSEGNATO AL PRATICANTE ALLA PRIMA LEZIONE CHE INTENDERA' PARTECIPARE E AVRA' QUINDI A DISPOSIZIONE UN NUMERO DI INGRESSI DA UTILIZZARE APPUNTO A SUA DISCREZIONE.

PER GLI ISTRUTTORI CHE VOLESSERO PARTECIPARE ALL'INIZIATIVA NON VI E' NESSUN COSTO E COME PER GLI ALLIEVI L'UNICA REGOLA E' QUELLA DI LEGGE OSSIA LA TESSERA ASSICURATIVA ASSOLTA DELLA PROPRIA ASSOCIAZIONE DI APPARTENENZA.

IN PRESENZA DI UN GRUPPO DI PARTECIPANTI, SI CHIEDE DI COMUNICARE PER POTERVI OFFRIRE UNA MIGLIORE E GRADITA ACCOGLIENZA.

L'INIZIATIVA E' ESTESA A TUTTI I PRATICANTI DI DISCIPLINE MARZIALI E NON SOLO DI KI-AIKIDO, 

RICORDO CHE LE NOSTRE LEZIONI SI SVOLGONO PRESSO LA FONDAZIONE PIRANI CREMONA SITA IN VIA MUSEO 23 IN CENTRO A BASSANO DEL GRAPPA
NEI GIORNI DI LUNEDI' E VENERDI' DALLE ORE 18:00 ALLE ORE 19:30 PER RAGAZZI E DALLE 20:00 ALLE 21:30 PER ADULTI.

Sensei







giovedì 9 agosto 2012

KI AIKIDO AGOSTO 2012

LA SCUOLA KI AIKIDO BUSHIDO DOJO BASSANO DEL GRAPPA OFFRE LA POSSIBILITA' DI PRATICARE ANCHE NEL MESE DI AGOSTO CON LEZIONI DI SHIN SHIN TOITSU DO (PRATICA DELLA COORDINAZIONE MENTE/CORPO) LEZIONI DI  JO (BASTONE CORTO) E DI BOKKEN(SPADA DI LEGNO).
OGNI LUNEDI' E VENERDI' DALLE ORE 20:00 ALLE ORE 21:30.


LEZIONI PER PRATICANTI ANCHE DI ALTRE SCUOLE E APERTO AL PUBBLICO.



SI SVOLGERANNO PRESSO LA SEDE IN VIA MUSEO N°23 IN CENTRO A BASSANO DEL GRAPPA PRESSO LA FONDAZIONE PIRANI CREMONA.



UN'OCCASIONE PER CONOSCERE CAPIRE PRATICARE!.



RICORDO CHE LE LEZIONI PER L'ANNO ACCADEMICO 2012/13 INIZIERANNO LUNEDI' 3 SETTEMBRE NELLA SEDE IN VIA MUSEO N°23 PRESSO FONDAZIONE PIRANI CREMONA

RAGAZZI DALLE ORE 18:00 ALLE ORE 19:30   ADULTI DALLE ORE 20:00 ALLE ORE 21:30 NEI GIORNI DI LUNEDI' E VENERDI'.


RICORDO LA NOSTRA PRESENZA ALLA "GIORNATA DELLO SPORT" DI BASSANO DEL GRAPPA PROGRAMMATA PER  DOMENICA 23 SETTEMBRE.



RICORDO IN'OLTRE CHE NEL MESE DI OTTOBRE VERRA' APERTA UNA NUOVA SEDE   PRESSO IL "PALAZZETTO DELLO SPORT"  DI CABARONCELLO NELLA STRUTTURA CHE OCCUPA ANCHE LA SEDE DEL COMITATO DI QUARTIERE S.MARCO.

A BREVE AGGIORNAMENTO PER GIORNI E ORARI.


AUGURO A TUTTI UNA SERENA E MERITATA VACANZA!


GG




INFO:
E-MAIL: giuseppe.golin@gmail.com
CELL: 338-1730555
FB: Scuola ki aikido bushido dojo

           Bassano del Grappa

venerdì 27 luglio 2012

MORIHEI UESHIBA FONDATORE AIKIDO - filmato 1935




DOCUMENTO D'EPOCA ECCEZIONALE 
UNA RARA SINTESI DELLA COMPLESSA E STRAORDINARIA STRUTTURA DELL'AIKIDO AGLI INIZI DEL LUNGO LAVORO DI O-SENSEI .

martedì 24 luglio 2012

BREVE STORIA DEL KI-AIKIDO

KOICHI TOHEI SENSEI

Il Ki-Aikido: l’interpretazione del Maestro Koichi Tohei.
Koichi Tohei è stato per l’Aikido una figura di primaria importanza, sia grazie alla sua opera di diffusione (fu lui ad esportarlo per la prima volta fuori dal Giappone) sia per lo sviluppo tecnico che diede all’Arte, che di fatto influenzò molti di quelli che sono oggi i più grandi Maestri di questa disciplina. Il Maestro Tohei divenne allievo del Fondatore Ueshiba Morihei intorno al 1940 e si dedicò totalmente allo studio della Disciplina. Da svariati anni già praticante di Misogi (Metodi per la Purificazione della Mente e del Corpo) e Zen, Tohei iniziò ad applicare i concetti che aveva appreso in questi suoi studi nell’Aikido che stava imparando con risultati eccezionali. Per le sue doti divenne il Capo degli istruttori e creò una sua didattica di insegnamento, basata appunto sul Ki ed i principi dell’unificazione tra mente e corpo. Quando il Fondatore venne a mancare (1969) tuttavia questi suo approccio personale iniziò a creare conflitti con gli altri istruttori più anziani e ben presto Tohei si trovò a creare una sua organizzazione per sviluppare la sua scuola di Aikido. Circa a metà degli anni ’70 nacque così lo Shin Shin Toitsu Aikido (Aikido con l’unificazione di Mente e Corpo) noto in occidente come Ki-Aikido.
Sopra: il giovane Koichi Tohei con il Maestro Ueshiba

La scuola del Maestro Tohei si differenzia da quelle più “tradizionali” sia dal punto di vista tecnico che da quello didattico. Durante il suo studio ed i suoi viaggi di insegnamento Tohei eliminò dal suo repertorio diverse tecniche e ne modificò altrettante rendendole più pratiche e realistiche. Inoltrò creò una vera e propria didattica dell’unificazione tra Mente e Corpo inserendo un sistema di gradi per l’avanzamento in questo studio. Storici rimarranno nella memoria di molti praticanti i famosi “4 principi del Ki” ovvero:
1-Mantenere il punto
           2-Rilassarsi completamente
                3-Mantenere il peso al di sotto
4- Estendere il KI

Grazie alla sua fama in occidente ed i suoi seminario in giro per il mondo il Ki-Aikido attrasse l’interesse di molte persone: si formarono diversi gruppi sia in America che in Europa: a tal proposito, nel Vecchio continente l’Italia fu uno dei Paesi dove il Maestro Tohei ebbe più seguaci.

Biografia M° Koichi Tohei

Koichi Tohei
Koichi Tohei nacque il 20 gennaio 1920 a Shitaya, un distretto di Tokyo.
Da bambino era timido, debole e malaticcio e spesso sotto cure mediche. Per migliorare la situazione, a 12 anni,dietro incoraggiamento del padre, iniziò a praticare il judo costruendosi un fisico robusto ma a 16 anni, appena iniziato a frequentare la scuola preparatoria dell’università di Keio, a causa dell’allenamento intensivo si ammalò di pleurite e dovette ritirarsi dagli studi per un anno.

Il periodo di malattia influenzò il resto della sua vita: costretto a letto per lunghi mesi, iniziò a riflettere sulla sofferenza umana ed il significato della vita, comprendendo che avrebbe dovuto allenare sia il suo corpo che la sua mente.Dopo il suo ritorno a scuola, non più soddisfatto dalle materie che studiava, iniziò a leggere tutti i libri che gli capitavano sotto mano: capì tuttavia che pur approfondendo la sua cultura, questo non gli sarebbe stato di grande aiuto se non avesse trovato un metodo per applicare le sue conoscenze nella vita di tutti i giorni. 
Iniziò lo studio dello zen e di alcune forme di misogi, dedicandosi completamente alla loro pratica intensiva che comprendeva anche alcune dure forme di ascetismo.
Durante il suo periodo di malattia, i dottori gli avevano proibito di intraprendere allenamenti duri per il resto della sua vita, tuttavia ora che aveva intrapreso questa pratica, non si preoccupò più dei suoi problemi fisici, recuperando la sua salute: nel giro di due anni i dottori constatarono la completa scomparsa di tutti i segni della malattia anche attraverso e radiografie. Tohei attribuì questo risultato al suo studio sulla mente e sul Ki.

Ritornò quindi ad allenarsi nello judo ma senza più trovarvi soddisfazione in quanto non riusciva a implementarvi i principi mentali dello Zen e del Misogi che lo avevano aiutato nel periodo della malattia. Comprese quindi che avrebbe dovuto cercare una pratica che sviluppasse sia il corpo che la mente.
Fu proprio in questo periodo, verso il 1940, che il suo istruttore di Judo, Shohei Mori, gli parlò del Maestro Ueshiba: interessato da quanto aveva udito sulle capacità di questa persona si fece scrivere una lettera di presentazione per incontrarlo.
Arrivato al Dojo di Ueshiba, praticò alcune tecniche con un giovane istruttore: tuttavia questo primo allenamento lo lasciò perplesso sull’efficacia dell’Aikido (l’istruttore provò ad applicargli una tecnica di nikkyo a cui lui, anche grazie al suo fisico robusto ed allenato, riuscì a sottrarsi facilmente colpendo l’istruttore con un pugno…).
La sua impressione iniziò a cambiare all’arrivo del Maestro nel dojo: Ueshiba iniziò una dimostrazione cun gli istruttori in cui ogni movimento era così fluido ed elegante da sembrare una danza. Sebbene attaccato da numerosi avversari, il maestro riusciva a proiettarli tutti con facilità.
Avendo praticato judo per molti anni, Tohei ritenne la dimostrazionemolto “sospetta”: alla fine espresse i suoi dubbi al maestro Ueshiba il quale lo invitò ad attaccarlo come lui preferiva. Tohei lo attaccò con tutta la sua forza, ma ad ogni tentativo finiva sempre a terra senza riuscire a realizzare veramente cosa era successo o come il Maestro si fosse mosso. Dopo svariati tentativi si rese conto che sarebbe stato inutile continuare perché gli era impossibile opporsi a quanto succedeva e non riusciva a capire: era tuttavia felice per aver scoperto un metodo che lo soddisfava completamente. Chiese subito a Ueshiba di accettarlo come allievo Ueshiba, e da allora iniziò a dedicarsi completamente all’Aikido continuando i suoi studi di Zen e Meditazione, i cui principi questa volta ben si adattavano alla disciplina.
Il M° Tohei in una foto di un libro didattico degli anni 60: si può notare il suo fisico robusto
Dopo sei mesi di pratica nel suo dojo, pur senza aver alcun grado Kyu o Dan, Ueshiba lo inviò come suo rappresentante per insegnare presso la scuola di Polizia Militare (Tohei racconta che quando uno degli altri insegnanti, un 4° dan di judo, gli domandò che grado avesse, lui gli rispose con un gioco di parole “mukyu”).
Solo poco tempo dopo, quando iniziò il suo servizio militare, Ueshiba lo accreditò come 5° dan.
Nel 1942 Tohei fu arruolato nell’esercito imperiale e mandato sul fronte in Cina dove rimase fino al 1946: in quelle condizioni continuò ad esercitare la sua mente comprendendo che con i principi da lui studiati la sua mente poteva rimanere calma e stabile anche in situazioni di estremo pericolo.
Secondo fonte cinese, Tohei aveva la tendenza a curare i prigionieri Cinesi con il conseguente risultato che durante le azioni di combattimento, la sua unità era risparmiata dagli attacchi (si dice che Tohei lasciò la Cina con più soldati con i quali era arrivato…).

Finita la guerra, ricominciò a praticare sotto la guida del Maestro Ueshiba e implementando nel suo Aikido i principi da lui sperimentati sui campi di battaglia sull’uso del Ki.
Nel 1952 Ueshiba gli conferì l’8° Dan, il grado più alto nello studio dell’Aikido e due anni dopo fu da lui inviato nelle Hawai per introdurre l’Aikido fuori dal Giappone. Da allora divenne il primo attore assoluto della diffusione dell’Aikido nel mondo iniziando a viaggiare per tutti gli Stati Unti e ponendo le basi per l’espansione dell’Aikido nel mondo.
Il M° Tohei alle Hawai negli anni 50: dimostrazioni dell'efficacia della tecnica... con sorriso!
Nel 1969, Ueshiba gli conferì il 10° Dan (Tohei aveva già rifiutato questo grado precedentemente). Fino ad allora il massimo grado ottenibile nell’Aikido era l’8° dan.
Lo stesso anno, proprio la morte del maestro Ueshiba contribuì ad accentuare i già esistenti contrasti tra Tohei, a quel tempo capo degli istruttori, e l’Aikikai che anno dopo anno con il nuovo doshu (Ueshiba Kisshomaru), divennero sempre più irreparabili.
Le divergenze erano dovute principalmente al tipo di didattica che Tohei avrebbe voluto dare all’Aikido, in contrasto con le vedute degli istruttori più anziani, incorporando lo studio del Ki mediante test ed esercizi per meglio adattare la disciplina alla vita quotidiana (e di fatto queste saranno poi le prerogative della sua scuola). A tale scopo nel 1971 Tohei creò la Ki no Kenkyukai con il proposito di iniziare ad insegnare il Ki nell’Aikido fuori dalla sfera Aikikai (gli era stato vietato di usare la sua didattica all’Hombu Dojo, dove lui fino ad allora aveva insegnato).
Il 1974 segnò la rottura definitiva: Tohei si staccò dall’Aikikai istituendo la Ki-Society e fondando lo Shin Shin Toitsu Aikido (Aikido con Mente e Corpo Coordinati).
Gli anni successivi videro il Maestro impegnato in un’attività di promozione della sua Scuola in tutto il Mondo pur tuttavia continuando ad approfondire e sviluppare l’Aikido ed i principi che ne stanno alla base e creando un’apposita didattica per lo studio di tali principi.
Koichi Tohei si è ritirato dall’insegnamento nel 2002 lasciando la gestione della sua associazione al figlio Shinichi ed agli istruttori più anziani.
L'anziano Maestro è scomparso il 19 maggio 2011: uno degli ultimi Giganti dell'Aikido si è congedato da questo mondo lasciandoci un'eredità da conservare e sviluppare seguendo il suo esempio.

M° KENJIRO YOSHIGASAKI



Il Doshu
Kenjiro Yoshigasaki dopo il ritiro dall' insegnamento di Tohei Sensei per questioni di salute ha intrapreso da qualche anno una via autonoma rispetto alla sua scuola, pur mantenendo i fondamenti della disciplina e l'impostazione tecnica originaria. "Quando comprendo la mia natura, comprendo la natura delle altre persone. Quando guardo profondamente in me stesso, vedo che non voglio combattere e che voglio pace e armonia",così dichiara Kenjiro Yoshigasaki nell'epigrafe posta sulla copertina del suo libro, Viaggio interiore di uno straniero, un volume che volutamente evita di presentare le forme "tecniche" della disciplina.
Ancora sulla via di una costante evoluzione, la riflessione sull'aikido di Yoshigsaki tende a concentrare l'attenzione su quanto, nel modo di praticare l'aikido, è legato a tutt'oggi al principio di dover praticare una "tecnica": "Tecnica significa fare qualcosa di differente da ciò che stai già facendo, per arrivare alla tua destinazione in modo armonioso. E' un concetto che si applica anche ai cambiamenti nella vita. Naturalmente, vuoi cambiare certe cose nella tua vita, ma spesso succede che hai difficoltà a farlo. Questo ti fa sentire frustrato e disperato. Per rimediare a ciò devi sapere come usare la seguente tecnica di meditazione. Devi, per prima cosa, rinunciare al desiderio di cambiare e decidere che vuoi vivere per sempre senza cambiare. Qualcosa cambierà al tuo interno e questo cambiamento produrrà altri cambiamenti. Finalmente, cambierà la tua intera vita, compresi probabilmente i cambiamenti che volevi all'inizio".
Nato nel 1951 a Kagoshima, Giappone, Kenjiro Yoshigasaki ha iniziato a praticare Yoga all'età di dieci anni. Più tardi ha iniziato la pratica dell'Aikido e di molte altre Arti Marziali.
Ha studiato Buddismo Zen, Nuovo Shintoismo, Cattolicesimo e Islamismo.
Nel 1971, in India, ha dedicato un anno allo studio dello Yoga
E'diventato istruttore di Aikido nel1973. Dal 1977 insegna Ki Aikido in Europa; attualmente è responsabile di oltre 120 dojo e 4.000 studenti in Europa, Sudamerica e Sudafrica.


sabato 21 luglio 2012

PRATICA ARMI BIANCHE


SCUOLA DI JO & BOKKEN



LA SCUOLA KI AIKIDO BUSHIDO BASSANO DEL GRAPPA ORGANIZZA IL PRIMO CORSO SUL TERRITORIO DI JO E BOKKEN . SCUOLA PER LA  PRATICA CON QUESTA DUE ARMI BIANCHE DIFFUSE IN GIAPPONE COME STRUMENTI DI ALLENAMENTO DELLE FAMOSE SCUOLE, DOJO PREPOSTI POI ALLA FORMAZIONE DI SAMURAI, QUINDI ARMATI CON LA  FAMOSISSIMA ARMA CHIAMATA KATANA.


VIENE PROPOSTO UN CORSO CONTINUATIVO CHE CI PORTERA' ALLA CONOSCENZA E UTILIZZO DI UNA VASTA GAMMA DI INTERPRETAZIONI DELL'USO DI JO E BOKKEN.


UTILIZZARE IL JO E BOKKEN COME STRUMENTI DI ALLENAMENTO, SIA DI FORME, KATA  E DI TECNICHE, CREA UN FLUSSO CONTINUO DI RAPPORTO CON IL PRATICANTE E IL SUO STRUMENTO ESPRESSIVO, NON ESSENDOCI CONFLITTO E COMPETIZIONE CON JO O BOKKEN TUTTO SI ARMONIZZA PER RAPPRESENTARE L'ARMONIA.


DUE SEZIONI SETTIMANALI E UN AGGIORNAMENTO BI-MENSILE CON ALTRI  MAESTRI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI.


PER SAPERNE DI PIU':
E-MAIL: giuseppe.golin@gmail.com
Cell: 338-1730555





sabato 14 luglio 2012

AIKIDO M° TADA HIROSHI - AIKIKAI ITALIA



DOCUMENTO DECISAMENTE INTERESSANTE PER CAPIRE ANCHE QUANTO L'INFLUENZA DEL M° KOICHI TOHEI SIA PRESENTE IN OGNI PRATICANTE CHE NEL SUO CAMMINO LO HA INCONTRATO.

PRATICA JO E BOKKEN AGOSTO

NEL MESE DI AGOSTO PRESSO LA SEDE  DELLA SCUOLA KI AIKIDO BUSHIDO DOJO DI BASSANO DEL GRAPPA, SITUATA IN VIA MUSEO 23, PRESSO LA FONDAZIONE PIRANI CREMONA, VERRANNO PROGRAMMATE QUATTRO LEZIONI DI JO & BOKKEN. GLI INCONTRI SONO ESTESI ANCHE AD ALTRE SCUOLE E PRATICANTI PURCHE' IN REGOLA CON LE ASSICURAZIONI ASSOCIATIVE E PREVIA COMUNICAZIONE DI PRESENZA.

A PRESTO VERRANNO COMUNICATI GIORNI E ORARIO DELLE LEZIONI.


Sensei





sabato 7 luglio 2012

Che cosa è bosone? E chi è il bosone di Higgs?



Con informazioni dalla BBC - 2012/05/07
Che diavolo è bosone?  E chi è il bosone di Higgs?
Peter Higgs, che attende a vincere il Premio Nobel per la Fisica. O sarebbe più giusto dare il premio al LHC, che è uno sforzo congiunto [Image: BBC]?
Controversia
Il bosone di Higgs, gli scienziati LHC sembrano aver trovato dopo 45 anni di ricerca, è chiamato in onore del fisico britannico Peter Higgs.
C'è un argomento appassionato di questo nome, dal momento che Higgs è stato uno dei primi a proporre l'esistenza della particella, ma non era nemmeno il primo - almeno altri due gruppi meritano credito, in base ad un consenso tra i fisici.
La controversia è tale che il nome dell'altra parte - bosone - sembra essere qualcosa di semplice.
Particelle di battezzare
Bosone è una particella il cui nome è derivato dal nome di un altro fisico, Satyendra Nath Bose indiano, contemporaneo e amico di Einstein.
Il suffisso greco "-on" viene aggiunto al nome di tutte le particelle scoperte, una convenzione accettata dal secolo scorso.
Ma alcuni fisici erano più poetica nominando loro scoperte.
Ricordate la storia del "atomo indivisibile"? Ecco un esempio di quello che i fisici amano chiamare "zoo delle particelle".
1. Boson
Una classe di particelle spesso associate con le forze (come forza portante).
Essi obbediscono alla statistica di Bose Einstein ed è stato chiamato in onore del fisico indiano Satyendra Nath Bose (1894-1974).
2. Bosone di Higgs / particella di dio / particella di Dio-
Il bosone di Higgs, proposto da Peter Higgs (tra gli altri) nel 1964 - c'è veramente - è la particella che dà la massa alla materia.
Il soprannome Dio-particella, o particella di Dio, è stato dato dal fisico americano Leon Lederman - "se Dio ha fatto la luce, il bosone di Higgs gli diede materialità."
3. Quark
Una particella fondamentale che unisce per formare una serie di altre particelle, comprese ben noti protoni e neutroni, le particelle che compongono il nucleo atomico.
Il termine è stata presa dal intraducibile romanzo Finnegans Wake , James Joyce, il fisico statunitense Murray Gell-Mann (nato nel 1929) nel 1962.
Gell-Mann dice di aver avuto l'idea di suono, e ha voluto battezzare la particellakwork .
"Poi, vestito in uno dei miei occasionali Finnegans Wake , James Joyce, mi sono imbattuto la parola 'quark' nella frase "Tre quarks per Mark Muster '", dice nel suo libro, Il quark e il giaguaro.
4. Hadron
Una particella fatta di quark.
Il nome fu proposto dal fisico teorico russo Lev Okun (nato nel 1929) nel 1962.
Egli scrisse: "In questo rapporto, chiamerò le particelle della forte interazione degli adroni ... greco 'hadros' significa 'grande', 'massiccia', in contrasto con 'acari' che significa 'piccolo', i 'miti' Hope. dimostrano che questa terminologia è appropriato ".
Il famoso LHC , il più grande esperimento scientifico mai costruito , e mostra quello che è - il suo nome è Large Hadron Collider (l'acronimo deriva dall'inglese Large Hadron Collider )
Cioè, il LHC è una macchina in cui sono accelerati adroni a velocità elevate e si rivolge a collidere contro l'altro. Fu lì che i più forti tracce del bosone di Higgs sono stati trovati.
5. Fermione
Una classe di particelle che, a differenza dei bosoni, soddisfa la statistica di Fermi-Dirac.
Fermioni sono normalmente associate con il materiale, invece della forza.
Sono stati battezzati in onore del fisico italiano Enrico Fermi (1901 - 1954), considerato uno dei padri della bomba atomica, insieme a Robert Oppenheimer.
6. Gluon
Un tipo di bosone di responsabile per la forza forte tra i quark.
Il termine deriva d parola inglese colla (colla).
E 'stato proposto nel 1962 da Murray Gell-Mann, che ha suggerito l'esistenza di particelle composte da un certo numero di gluoni, che chiamò glueball .
7. Neutrino
Particelle elettricamente cariche creati come risultato di alcuni tipi di decadimento radioattivo, con una piccola massa, anche per gli standard delle particelle subatomiche.
Erano le stelle di una recente polemica sulla necessità o meno di poter viaggiare più veloce di quella della luce.
Neutrino significa "piccolo neutrale" in italiano.
L'esistenza di questa particella è stato proposto da Wolfgang Pauli (1900-1958) nel 1930, che gli ha dato il "neutrone" nome.
Enrico Fermi rinominato tre anni dopo perché "neutroni" (dal latino "neutro") è stato ora utilizzato per fare riferimento alla particella senza carica presente nel nucleo atomico.
8. Elettrone
Una quantità di carica elettrica indivisibile, proposto nel 1894 dal fisico irlandese George Stoney Johnston (1826-1911).
Derivato dalla parola "elettrico" (o la parola latina "electro") più il suffisso greco "-on".
9. Meson
Una particella composta da un quark e un anti-quark.
Il nome deriva dal greco che significa "meso" "middle", perché i mesoni, quando osservata la prima volta, sembrava avere una massa da qualche parte tra la massa di un elettrone e nucleoni (particelle - protoni e neutroni - che costituiscono il nucleo atomico).
10. Muon
Uno di un gran numero di particelle con il nome di lettere dell'alfabeto greco, in questo caso "mu".
E 'stato originariamente pensato per essere un tipo di mesone (il mesone mu, distinto, ad esempio, del mesone pi), ma è stato successivamente rinominato.
I mesoni venne ad essere inteso come particelle fatte di quark, mentre i muoni sono particelle elementari.
Gli scienziati del CERN in un angolo il bosone di Higgs (o bosone di Higgs probabile) utilizzando un rivelatore chiamata CMS (Compact Muon Solenoid), che misura l'energia e l'impulso dei muoni, fotoni, elettroni e altre particelle generate dalle collisioni di adroni.
E altri cinque ...
Lepton - un tipo di particella elementare (gli esempi comprendono elettroni e neutrini), il cui nome deriva dal greco "acari" che significa "piccolo" o "light".
Photon - un quanto di luce. Il nome deriva dal greco "phos", che significa "luce".
Skyrmion - un tipo di fermione proposto dal fisico britannico Tony Skyrme (1922-1987).
Proton - il nome dato al nucleo di idrogeno da Ernest Rutherford nel 1920. La parola deriva dal greco "protos", che significa "prima".
WIMP - debolmente interattivo di particelle di massa, che alcuni credono essere la "atomo di materia oscura . "

Capire come i fisici cercano il bosone di Higgs

esso non può essere il bosone di Higgs?
Nelle prime ore di Mercoledì, alle 04:00 GMT, il CERN, l'organizzazione dietro al più grande acceleratore di particelle del mondo, l' LHC , renderà noti i tanto attesi risultati del tanto atteso bosone di Higgs.
I dati sono stati raccolti da due grandi rivelatori di LHC, il ( A Toroidal LHC Apparatus ) e CMS (Compact Muon Solenoid ).
Tutto fa pensare che sarà annunciato "forti indizi" L'esistenza della particella di Dio.
Tuttavia, a prescindere dai risultati ottenuti da Sigma - dobbiamo superare per essere considerata una scoperta quinte - tutto ciò che i fisici saranno in grado di dire: "C'è qualcosa lì".
Ma è il bosone di Higgs? Potrebbe essere. E non potrebbe.
Ma perché, con così tanto entusiasmo, e dopo molte ricerche, non possono essere sicuri?
Per capire questo, è necessario avere almeno una vaga idea di ciò che il bosone di Higgs , la particella di Dio, e come i fisici cercano di trovarlo.
Perché le particelle hanno massa?
Un bosone di Higgs è un emozione, una risonanza - una rappresentazione fugace, inafferrabile - il campo di Higgs, che si ritiene di estendere in tutto lo spazio e dare massa a tutte le altre particelle.
Al momento del Big Bang, era tutto uno, uno stato di simmetria, che durò quasi a tempo di no e sono stati immediatamente interrotti.
Le particelle di materia, i fermioni chiamati, emerse da questo mare di energia (massa ed energia sono intercambiabili), compresi i quark ed elettroni, che, molto più tardi, gli atomi di forma.
Insieme a loro è venuto sotto le particelle chiamate bosoni vettori, che dettava le interrelazioni tra tutte le particelle. Tutti i bosoni hanno una massa diversa - in alcuni casi, masse molto diverse.
Utilizzando i concetti di campo di Higgs e il bosone di Higgs, il Modello Standard della fisica spiega perché quark, protoni, elettroni, fotoni, e uno zoo enorme di altre particelle specifici hanno le masse che hanno oggi.
Come riconoscere il bosone di Higgs
Stranamente, però, il Modello Standard non può prevedere la massa del bosone di Higgs stesso - questo può essere fatto solo sperimentalmente.
Ed è quello che gli scienziati del LHC e il collisore Tevatron ritardo negli Stati Uniti, stanno cercando di fare.
Il problema è che è tutt'altro che semplice per sapere quando il bosone di Higgs sarà stato effettivamente trovato.
Qualsiasi particella che contiene energia quanto il bosone di Higgs dura solo una minuscola frazione di secondo, prima di gettare in altre particelle - un processo chiamato decadimento - ognuno con minore energia.
E anche quelli derivanti da decadimenti di particelle con energia ancora più piccola, fino a quando finalmente lasciando una scia che il rivelatori ATLAS e CMS può vedere - o dedurre.
Come i fisici cercano il bosone di Higgs
Schema del rivelatore dell'esperimento ATLAS interiore. [Image: CERN]
Canali di decadimento
Secondo il Modello Standard, il bosone di Higgs può decadere in in una mezza dozzina di modelli diversi di percorsi o canali.
La probabilità di ogni percorso varia.
Ad esempio, c'è una bassa probabilità che un bosone di Higgs con una massa equivalente a 100 miliardi di elettronvolt (100 GeV) di energia vanno decadimento in una coppia di bosoni W, portatori dell'interazione debole.
Tuttavia, la sua massa è 170 GeV, la probabilità di decadimento da questo canale sarebbe molto elevato.
Ma misurazioni precedenti, compresi quelli realizzati lo scorso anno dalla LHC , eannunciata ieri dal Tevatron , come corpi maggior numero possibile di escludere un bosone di Higgs nel Modello Standard.
Su questa base, ci aspettiamo di rilevare un segnale di circa 125 o 126 GeV
Questi due canali coinvolti, canale chiamato a due fotoni e leptoni a quattro canali, di certo non sono le vie più probabili di decadimento.
Secondo Beate Heinemann, del Berkeley Lab, "la probabilità che un bosone di Higgs di 125 GeV decade in due raggi gamma è di circa due decimi di punto percentuale, e la probabilità che esso decade in quattro muoni o di elettroni è ancora più piccolo. "
Cioè, i fisici trovato un segnale in un luogo molto improbabile.
Trova musica in acustico
La chiave di tutto - tutte le interpretazioni di tutte le misurazioni di tutti i canali della rivelatori ATLAS e CMS - è il rumore di fondo.
Anche se i canali di leptoni a due fotoni e quattro hanno una bassa probabilità, sono i segnali di rumore relativamente liberi prodotti da altre particelle di detriti che oscura le prove su altri canali.
I percorsi più probabili per il decadimento di un bosone di Higgs con massa vicino a 125 GeV sarebbe un quark bottom ed un bottom antiquark, o una coppia di bosoni W, o un paio di particelle tau - ma sono tutti molto più difficile da rilevare.
"Pay-protone croce di fronte all'altro 20 milioni di volte al secondo all'interno del rivelatore ATLAS, con una media di 20 collisioni ad ogni incrocio", ha detto Heinemann.
Filtri elettronici automaticamente selezionare gli eventi, riducendoli a circa 100.000 al secondo, identificato come di possibile interesse.
Un sofisticato software riduce ulteriormente la selezione a poche centinaia di eventi al secondo, che vengono poi registrati e conservati per ulteriori studi.
Molte persone criticano queste tecniche, dicendo che il LHC è buttare via troppi dati, che potrebbe contenere qualcosa di interessante.
"Cerchiamo di mantenere tutto ciò che si potrebbe pensare che potrebbe essere interessante", afferma Heinemann.
Cioè, il problema non è solo sa cosa, ma anche dove cercare - anche se suona come la leggenda in cui l'eroe ha perso l'ago all'interno della casa, ma ha deciso di cercarla là fuori per essere più chiaro.
C'è qualcosa lì
Si basa su questa selezione, due canali di probabilità bassa, ma più facile da capire, che gli scienziati traggono le loro conclusioni saranno annunciati presto il Mercoledì.
Gli analisti è difficile che il 5 fattore sigma, bisogno di fare una scoperta, è stato sopraffatto.
Ma anche se lo è, ciò che hanno effettivamente osservato, è il bosone di Higgs?
Difficile rispondere, ma praticamente impossibile rispondere con certezza.
La rivista Nature ha pubblicato un articolo di ieri dal titolo: "I fisici sono nuove particelle, ma è il bosone di Higgs"
"Okay, c'è qualcosa - una risonanza", ha detto Martinus Veltman, University of Michigan, vincitore del Premio Nobel per la Fisica nel 1999. "Ora dobbiamo scoprire se ha tutte le proprietà che dovrebbero avere il bosone di Higgs".
Condividi su Twitter

sabato 16 giugno 2012

INCONTRO TRA KENJIRO YOSHIGASAKI E YEUDI MENUHIN




UN RARO DOCUMENTO DI ENORME INTERESSE DOVE L'ARTE SI ESPRIME A LIVELLI UMANI E TRASVERSALI SENZA CONFLITTO E CON DINAMICHE INTERIORI DI ELEVATO SPESSORE.
UNO VISIONE DI COSA PUO' SIGNIFICARE LA PRATICA DELLO SHIN SIHN TOITSU AIKIDO IN UN CONTESTO DI RELAZIONE CON L'ARTE DELLA MUSICA CON UN'INTERPRETE DI ECCEZIONALE  COME IL MAESTRO YEUDI MENUHIN INDISCUTIBILE INTERPRETE DEL NOSTRO SECOLO.

domenica 10 giugno 2012

Jo and Bokken Demonstration by 'O Sensei



ALTRO RARO DOCUMENTO D'EPOCA DI O-SENSEI

Morihei Ueshiba - The Founder of Aikido (complete) 5 of 5



DOCUMENTO ORIGINALE SONORO E TRADUZIONE IN INGLESE

Morihei Ueshiba - The Founder of Aikido (complete) 3 of 5



STORICO FILMATO CON SONORO E TRADUZIONE IN INGLESE

mercoledì 6 giugno 2012

IL MESE DI GIUGNO SARA' GRATUITO PER TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO AVVICINARSI A QUESTA SPLENDIDA DISCIPLINA UNICA NEL SUO GENERE.
TENGO A SOTTOLINEARE CHE LA PROGRAMMAZIONE PER LA NUOVA STAGIONE 2012/2013 POTREBBE SUBIRE DELLE VARIAZIONI SU GIORNI ED ORARI.
TENETEVI INFORMATI ANCHE SEGUENDOCI SU FACEBOOK: SCUOLA KI AIKIDO BUSHIDO DOJO BASSANO DEL GRAPPA.



VI ASPETTO!


INFO:
CELL: 338-1730555

FB: GIUSEPPE GOLIN

lunedì 21 maggio 2012

NUOVA SEDE CORSO KI AIKIDO BUSHIDO DOJO

LA SCUOLA KI AIKIDO BUSHIDO DOJO DI BASSANO DEL GRAPPA COMUNICA CHE DAL PROSSIMO MESE DI GIUGNO IL CORSO DI SHIN SHIN TOITSU AIKIDO (pratica dell'unificazione mente-corpo in AIKIDO) AVRA' UNA NUOVA SEDE PROVVISORIA SITUATA PRESSO LA FONDAZIONE PIRANI CREMONA IN VIA MUSEO N°23 IN CENTRO BASSANO DEL GRAPPA.

RICORDO GIORNI E ORARI: 

LUNEDI' E VENERDI' DALLE ORE 19:00 ALLE ORE 21:00
info: giuseppe.golin@gmail.com
cell: 338-1730555
fb: Scuola ki-aikido Bushido Dojo Bassano del Grappa



venerdì 4 maggio 2012

1° MEMORIAL KOICHI TOHEI SENSEI BASSANO DEL GRAPPA



UN MOMENTO DI PARTICOLARE AGGREGAZIONE PER RENDERE COSCIENZA E RINGRAZIAMENTO ALLA FIGURA DEL M° KOICHI TOHEI PER IL SUO ENORME LAVORO E GLI SFORZI COMPIUTI PER LA DIFFUSIONE NEL MONDO DELLA SCUOLA DA LUI DONDATA LO SHIN SHIN TOITSU AIKIDO

PARTECIPAZIONE LIBERA ALLA GIORNATA PREVIA ASSICURAZIONE REGOLARIZZATA


sabato 28 aprile 2012

MANIFATTURA CERAMICA ESPOSITIVA










SCRITTURA DI O-SENSEI MORIHEI UESHIBA CON NOME PROPRIO A FIANCO







Propone manifattura artigianale su ceramica, piatto per esposizione su parete o piedistallo, con vari modelli rappresentativi.



La forgiatura della ceramica e la successiva lavorazione per apportare il soggetto, sono indiscendibili all'utilizzo dell'elemento fuoco. 


Questo processo esalta l'effetto finale che nella produzione legata per esempio alla simbologia, hai kanji e mantra, i quali, se vengono prodotti da un'originale o creati appositamente, ne da un valore aggiunto al significato stesso.

Le linee di lavoro si diramano in vari settori, dall'arte marziale alla simbologia evocativa, alla creazione di elaborati personali, come foto e immagini.

Su richiesta anche oggetti a pezzo unico.


Le dimensioni del piatto posso variare in base all'esigenza mentre le scritte, loghi o altro hanno dimensioni massime di: larghezza 295 mm e lunghezza 430 mm

Particolare sezione di oggetti da collezione a tiratura limitata.

Vengono impiegati materiali di altissima qualità e la manifattura viene eseguita interamente in ITALIA con il marchio G3G MADE IN ITALY.

Per qualsiasi informazione:

E-MAIL: giuseppe.golin@gmail.com
www.artimarzialioggettistica.blogspot.com
Pagina FB: ARTE & ARTE G3G                                                        
CELL: 338-1730555                                                                                             

domenica 15 aprile 2012

PROMOZIONE AIKIDO MAGGIO 2012


SCUOLA KI AIKIDO BUSHIDO DOJO
BASSANO DEL GRAPPA


IL GRUPPO KI AIKIDO BUSHIDO OFFRE LA POSSIBILITA' DI AVVICINARSI ALLA DISCIPLINA PROMUOVENDO IL MESE DELLA PRATICA.
TUTTO IL MESE DI MAGGIO PER 9 

LEZIONI GRATUITE!



SI AVRA'  LA POSSIBILITA' DI PRATICARE QUESTA DISCIPLINA UNICA E AFFASCINANTE SCOPRENDONE IN PARTE LE SUE MOLTEPLICI APPLICAZIONI, QUALI L'UTILIZZO DELLA DINAMICA MENTALE LEGATE AL MOVIMENTO VITALE DEL CORPO, IL TUTTO APPLICATO AD UNA CORRETTA ESECUZIONE DEGLI ESERCIZI DI BASE.


L'UTILIZZO DEL "JO" BASTONE CORTO E DEL "BOKKEN" RIPRODUZIONE IN LEGNO PER USO DIDATTICO DELLA FAMOSA SPADA GIAPPONESE, LA KATANA.

ED INFINE ENTREREMO IN MODO PRECISO, COORDINATO E PRATICO NEL SIGNIFICATO TECNICO DELL'AIKIDO.

UN PERCORSO DI SICURO INTERESSE PER QUANTI SONO ALLA RICERCA DI UNA DIMENSIONE LIBERA DA CONDIZIONAMENTI CHE IN PRIMO LUOGO VIENE MESSO AL CENTRO L'UNICO AVVERSARIO DA SCONFIGGERE POSSIBILE, NOI STESSI.

LE LEZIONI SI SVOLGONO IL  LUNEDI' E VENERDI' CON IL SEGUENTE ORARIO

RAGAZZI/E:  DALLE ORE 19:00 ALLE 20:30
ADULTI :       DALLE ORE 19:30 ALLE 21:00

PRESSO LE PISCINE AGNOLIN IN VIA JAN SIBELLIUS  5 - ZONA CENTRO STUDI - BASSANO DEL GRAPPA





PER ULTERIORI INFORMAZIONI :
ISTRUTTORE E RESPONSABILE CORSO
Giuseppe Golin

Assistente
Daniele Fiorese
E-MAIL: giuseppe.golin@gmail.com
CELL :             338-1730555